Testo e Musica: P.Chevron
Arrangiamenti: The Vad Vuc
Traduzione in dialetto: The Vad Vuc e Modena City Ramblers

L’ísula l’è silenziusa adèss
Ma gh’è fantasmi ammò nal mar
La fiácula ris’ciara un óm
Che la furtüna pò mía salvá
T’é lavuraa ala feruvía
T’é lassaa pèrd i delinquént
Mò i danée ta i a dá la White House
E i è da cinch e dés ghéi

Al veci cansoun t’èin piasudi o no
T’an fat zigher ancàra
T’e cunté i mes e i an
O àl to lùsghi i s’in bele schedi?
Mo bei – al dis – l’é mia acsé
Io vest l’America d’na casa da mort
A sòun mai andé acsé luntan
Ch’i m’an cambié al nom

Thousands are sailing
Across the Western Ocean
Una tèra d’upurtünitá
Che tanti da lur mai i vedará
Fortune prevailing
Across the western ocean
Al budrighi pin e al spirit léber
I sbragheran al cadèini d’la poverté
E i balèran…

Int la bassora èd Manhattan
Quand mor al dop mes-dé
A sàm ste man in d’la man a Broadway
Come al prém òm inséma a-la luna
E al Blackbird l’à ròt al silènzi
Quand t’é s-ciflé acsé dolzemeint
E in t’al pistedi éd Brendan Behan
A-i’ò balé só e zó per la via

Gh’ém dii bóna nòtt a Broadway
E gh’ém lassaa i nostri “best regards”
Pö gió ul capèll par Mister Cohan
Cantúr d’una vòlta dénta al bar
E gh’ém valzaa un bücér a JFK
Una deséna da vòlt almén
Quand sun turnaa nala mè stanza
Ma par d’avé piangiüü par bén

Thousands are sailing
Again across the Ocean
Quand la man dal ocasiòun
Tira fòra di bigliett d’la lòteria
Postcards we’re mailing
Of sky-blue sky and oceans
In di cabinn la lüs dal dí gh’è mai
Però anca sénza lüs par l’albur da Natál
Sa pò balá cun la müsica, balá…

Thousands are sailing
Across the Western Ocean
Quand la man da l’upurtünitá
La diségna biglitt da lutería
Where e’er we go we celebrate
The land that makes us refugees
Dala pagüra di prèvad vöi d’amúr
Dal séns da culpa vèrs ul Signúr
E pö balá cun la müsica, balá…

Trad.

L’isola è silenziosa adesso
Ma ci sono ancora fantasmi nel mare
La fiaccola rischiara un uomo
Che la fortuna non può salvare
Hai lavorato alla ferrovia
Hai lasciato perdere i delinquenti
Adesso i soldi te li dà la Casa Bianca
E sono da 5 e 10 centesimi

Le vecchie canzoni ti sono piaciute o meno
Ti hanno fatto piangere ancora
Hai contato i mesi e gli anni
Oppure le tue lacrime sono bell’e che seccate?
Ah, no belli – dice lui – non è così
Ho visto l’America da una cassa da morto
Non sono mai andato così lontano
(Al punto) che m’hanno cambiato il nome

Migliaia stanno navigando
Attraverso l’oceano Atlantico
Una terra d’opportunità
Che molti di loro non vedranno mai
La fortuna prevale
Dall’altra parte dell’oceano atlantico
Le pance piene e gli spiriti liberi
Romperanno le catene della povertà
E balleranno…

Nel crepuscolo di Manhattan
Quando muore il pomeriggio
Siamo stati mano nella mano a Broadway
Come il primo uomo sulla luna
E “The Blackbird” ha rotto il silenzio,
Quando l’hai fischiato così dolcemente
E sulle orme di Brendan Behan
Ho ballato su e giù per la via

Abbiamo detto buonanotte a Broadway
E gli abbiamo lasciato i nostri “cordiali saluti”
Poi abbiamo tolto il cappello per Mr. Cohan
Cantore di una volta, dentro al bar
Ed abbiamo alzato un bicchiere per JFK
Una decina di volte almeno
Quando sono tornato nella mia stanza
Mi sembra di aver pianto per bene

Migliaia stanno navigando
Ancora attraverso l’Oceano
Quando la mano dell’occasione
Estrae biglietti della lotteria
Stiamo spedendo cartoline
Di cieli e oceani azzurro-cielo
Nelle cabine la luce del giorno non c’è mai
Però anche senza luci per l’albero di Natale
Possiamo ballare con la musica, ballare…

Migliaia stanno navigando
Attraverso l’oceano Atlantico
Quando la mano dell’opportunità
Disegna biglietti di lotteria
Ovunque andiamo noi celebriamo
La terra che ha fatto di noi dei rifugiati
Dalla paura dei preti vuoti d’amore
Dal senso di colpa verso il Signore
E poi ballare con la musica, ballare…